Ultima modifica: 17 Settembre 2019

Regolamento di Plesso

ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA
Con la conclusione dei lavori di ristrutturazione del Plesso di San Pietro, l’anno scolastico 2019/2020 prenderà avvio presso i locali della scuola primaria Padre A. Codello, via San Pietro, 30.

Verrà ripristinato il servizio mensa del martedì.

Prescuola: 7,30 – 8,00. 
Il pre-scuola è in vigore per gli alunni che ne hanno fatto richiesta all’Ufficio Istruzione del Comune.  

Apertura degli accessi alla sede scolastica: ore 8,00. 
A norma dell’art. 29 del CCNL gli insegnanti devono essere in classe alle ore 8.00. 
Per permettere agli alunni l’entrata in classe, gli accessi sono aperti alle ore 8.00. 

Gli alunni entrano e si mettono in fila, nello spazio stabilito all’ingresso, per poi entrare nelle rispettive classi con le insegnanti.
Le lezioni iniziano alle ore 8,05.
Si raccomanda la puntualità. 

Didattica in classe: 8.05 – 9.55
Dall’inizio delle lezioni fino alle ore 9.55 gli alunni fanno attività didattica. 

Intervallo: 9.55 – 10.10. 
L’intervallo o ricreazione inizia alle ore 9.55 e termina alle ore 10.10. Durante tale sospensione dell’attività didattica, gli alunni possono accedere ai servizi igienici sotto la sorveglianza dei collaboratori scolastici.
I bambini sono tenuti a seguire le seguenti disposizioni per l’intervallo: mangiare un’adeguata merenda che non li appesantisca; non portare patatine (e simili) e bibite gasate; in occasione dei compleanni e delle feste a scuola è consentito portare solo cibi confezionati.

Didattica in classe: 10.10 – 12.05.
Dal termine dell’intervallo e fino alle ore 12.05 gli alunni fanno attività didattica; nel giorno di rientro gli alunni accedono ai servizi igienici per prepararsi alla mensa o prepararsi all’uscita se rientrano a casa per il pranzo.


Servizio mensa: 12.05 – 13.05.  

I genitori possono scegliere tra pasto consumato a casa propria e pasto fornito dal servizio mensa (scelta indicata nel modulo già inviato alle famiglie). 
I bambini che escono per consumare il pranzo a casa propria vengono affidati al suono della campana ai genitori o ai delegati autorizzati.
Le insegnanti in servizio, dopo aver  mandato gli alunni nei servizi igienici e averli raggruppati nei corridoi, accompagnano gli alunni in classe per consumare il pranzo.
Il momento della mensa fa parte a pieno titolo dell’azione educativa, pertanto gli alunni sono invitati ad assaggiare tutti i cibi proposti. Rilassarsi e tenere un tono di voce adeguato durante pasto. Andare in bagno solo in casi di effettiva necessità. Non alzarsi dal proprio posto, se non autorizzati a farlo dall’insegnante.

Intervallo fino alle 13.20. 
Dopo la mensa gli alunni possono giocare in cortile fino alla ripresa delle lezioni.


Ripresa dell’attività didattica: 13.20. 

Le insegnanti in servizio nella mensa consegnano gli alunni ai docenti che svolgeranno l’ora successiva. Si raccomanda la puntualità a coloro che rientrano dopo aver pranzato a casa e si ricorda che la responsabilità della sorveglianza sugli alunni che rientrano è a carico della famiglia fino all’apertura del cancello. Prima di riprendere l’attività didattica tutti gli alunni vengono mandati in bagno.

Uscita da scuola:

L’uscita da scuola è prevista nei giorni di lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì alle ore 12.05 e nel giorno di martedì alle ore 16.05. 
Gli alunni vengono consegnati dagli insegnanti ai genitori o alle persone delegate ufficialmente e agli autisti dello scuolabus. Si raccomanda la puntualità nel ritirare gli alunni.

Agli alunni di classe quinta che ne facciano richiesta, è consentita l’uscita autonoma da scuola.

NORME COMPORTAMENTALI ALL’INTERNO DELLA SCUOLA

Gli alunni sono tenuti al rispetto delle seguenti regole.
Frequentare regolarmente e con puntualità.
Presentarsi a scuola con materiale appropriato.
Assolvere regolarmente le consegne e gli impegni di studio.
Rispettare gli insegnanti e tutto il personale della scuola. 
Avere un comportamento improntato al rispetto della dignità della propria persona e dei compagni. Assumere un comportamento improntato alla sicurezza di sé e degli altri. Usare i servizi igienici uscendo dalla classe non più di uno alla volta e solo se per urgente necessità nel corso delle prime due ore di lezione.
Rispettare il patrimonio della scuola.
Indossare il grembiule.
Sotto il grembiule indossare un abbigliamento adeguato nei giorni in cui è prevista attività motoria.
Portare la merenda da consumare durante l’intervallo della mattina.
Utilizzare i giochi che le insegnanti autorizzano.
Nel diario verranno annotate le comunicazioni fra scuola e famiglia, verranno giustificate le assenze o i ritardi,  verranno richieste le uscite anticipate (che devono avvenire solo per gravi ed urgenti motivi).
Informarsi dai compagni sulle attività svolte in classe e sui compiti assegnati per casa in caso di assenza.

Se le norme sopra indicate non verranno rispettate è possibile ricorrere a:

  • Richiamo alla regola.
  • Pausa di riflessione, anche con l’inserimento temporaneo dell’alunno in una classediversa, che gli consenta una presa di coscienza del proprio comportamentoscorretto.
  • Invito all’assunzione di un comportamento corretto in contrasto con quanto attuato e a rimediare al danno o problema causato.


I genitori sono invitati a:
Assicurare la frequenza scolastica costante e puntuale degli alunni.
Avvisare anticipatamente tramite comunicazione scritta sul diario in caso di assenza non imputabile a motivi di salute.
Giustificare sempre sul diario le assenze o i ritardi, allegando il certificato medico di riammissione nei casi in cui l’assenza superi i 5 giorni.
Nel caso l’alunno abbia necessità di entrare o uscire in orari diversi da quelli stabiliti per un periodo di tempo prolungato, dovrà essere il Dirigente Scolastico a concedere

l’autorizzazione.
Giustificare sul diario  la non esecuzione dei compiti assegnati, l’indisposizione dell’alunno ad uscire in cortile durante la ricreazione, o a praticare l’attività in palestra, dovranno avere carattere eccezionale.
Consultare ogni giorno il diario e firmare dove richiesto.
Non entrare nei locali scolastici, né per accompagnare i figli in aula, né per colloquiare con le insegnanti (al di fuori dei giorni e degli orari stabiliti).
Essere puntuali  e vigili nel  ritirare i figli al termine dell’orario scolastico.
All’entrata e all’uscita accompagnare ed aspettare i propri figli fuori dal cancello, solo in caso di pioggia possono avvicinarsi alla porta d’ingresso per accompagnarli o accoglierli.
Sorvegliare fino all’apertura del cancello (ore 13.05) i figli che rientrano a scuola dopo aver consumato il pasto a casa. 

Evitare le telefonate a scuola, se non per gravi ed urgenti motivi (per le comunicazioni, utilizzare il diario).
Non fermarsi all’uscita per chiedere alle insegnanti notizie riguardanti l’andamento didattico-educativo dei figli: è opportuno che le comunicazioni tra insegnanti e genitori avvengano solo in sede scolastica, nei giorni e nelle ore stabilite.
Partecipare alle riunioni pomeridiane senza i propri figli.
In caso di allergie, di patologie varie e di infortuni seri subiti in ambiente extra scolastico, si prega di avvisare tempestivamente le insegnanti (l’esonero parziale o totale dall’attività motoria deve essere sempre supportato dal certificato medico; se l’esonero si riferisce a una/due lezioni, è sufficiente la comunicazione scritta sul diario).